“Le Fake News in medicina: una patologia dell’informazione” – CONVEGNO

Per leggere questo articolo ti servono: 2 minuti
CONDIVIDI
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares
28/09/2018 Team Young 502

Il progetto B-Future è promos­so dalla Fondazione Neuromed e dall’IRCCS Neuromed. È uno dei nove progetti italiani selezionati dal­la Commissione Europea nell’ambi­to delle iniziative dedicate alla Notte Europea dei Ricercatori.

Il progetto B-FUTURE si svolge in due regioni, Molise e Campania, dove sono ubicati i centri di ricerca Neuro­med, attraverso attività congiunte con Università, Centri di Ricerca, Scuole, Aziende ed Enti locali ed il suppor­to di Istituzioni nazionali e locali. Il coinvolgimento della Rete degli IRCCS consentirà l’estensione del programma all’intero territorio nazio­nale con eventi organizzati sia duran­te la settimana della scienza sia du­rante la Notte dei Ricercatori.

Nel rispetto della tradizione della Notte Europea dei Ricercatori, B-Future punta ad avvicinare studenti e cittadini all’affascinante mondo della ricerca, offrendo la possibilità di incontrare giovani ricercatori, scienziati ed esper­ti coinvolti in programmi europei e a livello internazionale.

All’interno del Programma, particolare rilevanza assume il convegno “Le Fake News in medicina: una patologia dell’informazione” che si svolgerà sabato 29 settembre, dalle ore 10.30, presso il Complesso Monumentale Belvedere di San Leucio (Caserta).

Previsto l’intervento di Marco Merola, giornalista e divulgatore scientifico, nonché stimatissimo communication manager di molti progetti (potete seguirlo su Twitter @reportingMerola, ndr).

LE FAKE NEWS IN MEDICINA: IL CONVEGNO

Le piattaforme di social media e altri moderni canali di comunicazione hanno reso più facile per le persone interagire e condividere informazioni. Agli albori del fenomeno Internet sorgeva la pro­messa di una informazione accessibile a tutti, capace di elevare la conoscenza e stimolare il dibattito informato. Una promessa che oggi si sta infrangendo contro il muro della disinformazione, sia essa dovuta ad azioni mirate che al semplice pressapochismo del retweet compulsivo, del non andare oltre il tito­lo di un post, della verità accertata sulla base del numero di like.

È ormai possibile parlare di una vera e propria “patologia dell’informazione”, un fenomeno preoccupante in tutto l’ambito della cultura e del normale funzionamento della società, ma che nel campo della medicina e della salute in genere sta avendo effetti diretti, imme­diati e negativi.

Il declino della fiducia nelle evidenze, il moltiplicarsi delle echo chambers, la manipolazione intenzionale della Computational amplification sono gli strumenti attraverso i quali si sta af­fermando una cultura antiscientifica che comincia ad assumere la forma del terzo slogan del libro “1984” di George Orwell: l’ignoranza è forza.

Il convegno ha lo scopo di evidenziare l’evoluzione e le dinamiche del feno­meno disinformazione in campo scien­tifico, soprattutto medico, e proporre interventi concreti affinché le nuove tecnologie possano mantenere la loro promessa originaria: un empowering dei cittadini e dei pazienti verso una società le cui decisioni siano basate sulle evidenze.

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti.

L'AUTORE

Lascia un commento

SCONTI IN EVIDENZA
La borsa a tenuta stagna SeaBeag a soli 89 €
ANCORA POCHI RIMASTI!
50€ sconto per: Royal Crystal o Vetrilamp
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 50 €
35€ di sconto su Kidshop.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 35 €
50€ di sconto presso Hotel Rio di Rimini
ANCORA POCHI RIMASTI!
-50 €
Sorrento Penisula and Positano Tour
ANCORA POCHI RIMASTI!
-35 €
15 € di sconto su Hidrobrico.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
-15 €
50 € di sconto sulle e-bike Italmoto
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 50 €
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI