I fondi italiani i più cari in Europa

Per leggere questo articolo ti servono: 1 minuto
CONDIVIDI
  • 11
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    12
    Shares
05/04/2019 moneyfarm

Gli italiani sono, di tutti i cittadini, tra quelli che spendono di più per i propri investimenti.

Quella per la gestione delle proprie finanze è una delle principali voci di spesa per molte famiglie, anche se spesso non esiste contezza di questo. Basta immaginare il caso di una famiglia che abbia una cifra di 100 mila euro investita attraverso la propria banca: non è irragionevole pensare che la spesa per gestire questi investimenti sia compresa tra i 2000 e i 3000 annuo: immaginate di moltiplicare questa cifra negli anni? Ecco perché una piccola differenza percentuale nelle commissioni può arrivare a costare a una famiglia anche cifre nell’ordine delle decine di migliaia di euro.

Ma come si posiziona l’industria italiana dei fondi e la sua rete di distribuzione?

Un recente report di questa tipologia più recenti è quello dell’ESMA (European Securities Markets Authority), l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati ha comparato i costi dei fondi commercializzati in Italia e in altri Paesi europei.

Gli studi suggeriscono che i costi totali dei fondi di investimento sono in media circa l’1,58%. Queste vuol dire che per particolari tipologie di fondi, come per esempio quelli azionari e bilanciati il costo può superare il 2%. Secondo l’Esma i fondi italiani sono i più costosi in Europa insieme a quelli del Portogallo.

Come si spiega questa caratteristica dell’industria italiana?

Andando a leggere a fondo nel report si trova la soluzione. In Italia il 70% dei costi relativi al fondi serve a pagare il canale distributivo, ovvero le reti di vendita. Va cioè alla rete che colloca il prodotto. Si tratta di una voce di costo spesso neanche nota al cliente, che quando si rivolge alla banca o all’intermediario pensa di ricevere una consulenza gratuita, quando in realtà il costo del prodotto viene direttamente scalato dall’investimento.

Altro tema è quello della trasparenza dei costi: moltissimi investitori (più di uno su due secondo un recente studio Ubs) non sanno neanche quanto stanno pagando per i propri investimenti. Insomma i risparmiatori italiani pagano le inefficienze dell’industria del risparmio senza spesso rendersene conto.

E tu sai quanto stai pagando per i tuoi investimenti? Scoprilo grazie a Moneyfarm, il consulente finanziario indipendente numero uno in Italia.

L'AUTORE
Fondata nel 2011 da Giovanni Daprà e Paolo Galvani, Moneyfarm utilizza la tecnologia per offrire il miglior servizio di gestione del risparmio possibile. Dopo aver riscritto la storia del venture capital italiano in fase di start-up, diventando una delle iniziative più finanziate di sempre, si è affermata come una delle principali realtà di successo nel panorama italiano ed europeo dell’innovazione e della gestione digitale del risparmio. Tra i traguardi più importanti di Moneyfarm c’è l’approdo in Regno Unito nel 2016 e l’accesso al mercato tedesco attraverso l’acquisto della start-up Vaamo nel 2018.

Lascia un commento

SCONTI IN EVIDENZA
Una settimana a 4 stelle in Puglia
ANCORA POCHI RIMASTI!
-215€
Vacanze per tutta la famiglia in villaggio 4* a Sibari (CS)
ANCORA POCHI RIMASTI!
-60€
12€ di sconto su Reyna Cosmetics!
ANCORA POCHI RIMASTI!
-12€
Seduta trattamento viso a 53 € invece di 90
ANCORA POCHI RIMASTI!
150 crediti
Sharebook Colorland a soli 3,99€ invece di 12€!
ANCORA POCHI RIMASTI!
Zainetto “business lock” a soli 34€ invece di 46€
ANCORA POCHI RIMASTI!
-15%
29€ per menù di coppia al suggestivo ristorante “Torre in pietra”
ANCORA POCHI RIMASTI!
-40€
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI