Slow Food Day 2018

Per leggere questo articolo ti servono: 1 minuto
CONDIVIDI
  • 17
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
    19
    Shares
07/12/2018 Team Young 120

Sabato 8 dicembre e domenica 9 dicembre dalle ore 9 alle 21 ad Orta di Atella (CE) avrà luogo la manifestazione di Slow Food Day.

Quest’anno per la prima volta sarà ospitata nella bellissima struttura del Chiostro del Convento dei Francescani presso il Santuario di San Salvatore da Horta nei pressi di Piazza Sandro Pertini (Ex Principessa Belmonte).

Tante le attività in programma nei due giorni: laboratorio del Gusto, convegni, mercato della terra di slow food, esposizione di presepi di maestri artigiani.

Sarà possibile visitare il chiostro, partecipare ai convegni sui grani antichi e sul presidio dell’Alberata Aversana “il Vitigno più alto al mondo”, acquistare i prodotti tipici della terra dai nostri produttori nell’area mercato che esporranno formaggi, salumi, miele, conserve, cereali, legumi, farine, pasta, vino e birra artigianale.

Tante le persone attese anche solo per visitare la mostra di presepi dei maestri artigiani oppure per brindare insieme con “ASPRIZ” l’aperitivo di vino asprinio di alberata aversana.

Quest’anno la manifestazione Slow Food Day è dedicata al tema del cambiamento climatico globale Food For Change.
Con un’attenta e consapevole scelta alimentare e di gestione e produzione del cibo si può contribuire nel migliorare in positivo i cambiamenti climatici. Per questo con l’evento ci si pone l’obiettivo di “sensibilizzare” attraverso un pubblico sempre più vasto e nel coinvolgere nuovi sostenitori e di mettere in pratica azioni concrete.

SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI

Perché Food for Change?
Così Nicola Migliaccio, fiduciario Slow Food:
Perché Il cibo è causa, vittima e possibile soluzione al cambiamento climatico. Quest’anno vogliamo mostrare le azioni positive di Slow Food ed evidenziare i legami tra chi produce e chi mangia: siamo tutti in prima linea per difendere il clima. È ora di agire! Unitevi a noi e mettete in pratica comportamenti che possano mitigare il cambiamento climatico. Come ricorda Jim Richardson, fotografo di National Geographic, in ‘Feeding 9 billion’: «Quando pensiamo alle minacce all’ambiente, tendiamo a pensare ad auto e ciminiere, non a cosa mettiamo nel piatto. Ma la realtà è che il nostro bisogno di cibo rappresenta uno dei maggiori pericoli per il pianeta». 
Se agiamo tutti insieme, come rete globale, possiamo orientare la produzione alimentare verso sistemi più sostenibili, riducendo i fattori che alterano il clima.

L'AUTORE

Lascia un commento

SCONTI IN EVIDENZA
Calendario formato XL Colorland a soli 6,49€!
ANCORA POCHI RIMASTI!
-61%
Zainetto “business lock” a soli 34€
ANCORA POCHI RIMASTI!
-15%
Epifania all inclusive a Gardaland: 47,90€ a persona
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 12 €
12€ di sconto per due notti nel cuore pulsante di Napoli
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 12 €
La borsa a tenuta stagna SeaBeag a soli 89 €
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 30 €
50€ sconto per: Royal Crystal o Vetrilamp
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 50 €
Sorrento Penisula and Positano Tour
ANCORA POCHI RIMASTI!
-35 €
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI