Svara domani 6 aprile 2016 al Teatro dell’Orologio

Aprile 5, 2016
david colantoni
Per leggere questo articolo ti servono: 2minuti

SVARA – di Nora Lux , al Teatro dell’Orologio 6 aprile 2016 


PROGETTO    REGULUS –  DI NORA LUX

Regulus ,il cuore della costellazione del Leone, la stella piu luminosa , sulla quale gli antichi regolavano il tempo è  la piu visibile da tutte le aree abitate della terra. Il Suono che attraverso le varie frequenze fa vibrare gli atomi del corpo e la danza, sequenza ritmica che nasce dallo spazio e dal tempo,  espressione massima del processo universale. Sono questi gli elementi del progetto Regulus ideato dalla poliedrica artista Nora Lux  e lo spettacolo Svara ne è il  numero zero strutturato secondo il repertorio tradizionale del teatro danza indiano,ma con alcuni interventi innovativi che la regista porta sulle tavole del Teatro dell’Orologio di Roma.

Interprete dello spettacolo è Silvia Vona danzatrice di Odissi, che Inizia la sua formazione con la danza contemporanea a cui, negli anni, affianca lo studio del teatro gestuale con il maestro Isaac Alvarez (primo allievo di J. Lecoq).

Si avvicina alla danza indiana, studiando Gotipua e Chau con i maestri della compagnia indiana Milòn Mèla diretta da Abani Biswas (allievo di Jerzy Grotowski). attualmente studia Danza Odissi con la maestra e coreografa Rina Janache  che negli anni 80 si esibiva nella compagnia dell’ Odin teatret di Eugenio BarbaLa ricerca teatrale propria di questo gruppo è volta al confronto tra le diverse culture, cercato attraverso l’arte e nello specifico il teatro. Imparare ad imparare.

Nora Lux appoggiando questa stessa visione , inserisce nello spettacolo Svara un elemento innovativo rispetto alla struttura del repertorio tradizionale,l’intervento della soprano lirica  e attrice  Natalia Pavlova, che è stata per anni  attrice del teatro e della compagnia  stabile “Scuola d’Arte Drammatica” fondata e diretta a Mosca da  Anatolij Vasiliev   uno dei maggiori maestri del teatro europeo

Lo spettacolo si compone di danza pura e racconto, divino e umano, cercando di condurre  lo spettatore al proprio Se, attraverso quest’arte.

“Ogni Uomo è un tempio vivente. Le conclusioni dei nostri sensi e dei nostri sentimenti non sono illusorie. Indicano una verità,profonda, e cioè che la realtà ultima è definita internamente. Come può, invero, questo insieme di corpo e sensi , sussistere separtamente da me? Attraverso quale delle due parti posso accedervi? Quello considerò:Se la parola è creata dall’organo vocale, se l’odore lo è dall’organo dell’olfatto, se la visione lo è dall’organo della vista , se l’ascolto lo è dall’organo dell’udito, se il contatto lo è dalla pelle , se il pensiero lo è dalla mente, se l’ingestione lo è dall’apana, se l’emissione del seme lo è dall’apparato genitale, allora chi sono io?”

                                                                                                         Aitareya Upanisad III .11

 

Svara

REGIA E DISEGNO LUCI :NORA LUX

INTERPRETE :SILVIA VONA

SOPRANO: NATALIA PAVLOVA

6 APRILE 2016  ORE 21.00 TEATRO DELL’OROLOGIO – Roma – Via dei Filippini17a –tel 066875550

 

L'AUTORE
David Colantoni è poeta, scrittore, saggista pittore e artista visivo. E' autore della rivista Nuovi Argomenti, fondata da Alberto Moravia, della rivista Fermenti, e altre testate. Ha fondato e diretto il mensile di pensiero e letteratura Lettere dalla Frontiera. Insieme ad Aldo Rosselli, figlio dello storico del risorgimento Nello Rosselli e Nipote di Carlo Rosselli, di cui è stato amico e allievo per quasi 30 anni, ha fondato nel 1999 il quadrimestrale di cultura Inchiostri.  Per il cinema ha sceneggiato "Io, l'altro" 2007 , di Moshen Melliti. distribuito da 20th Century Fox. La sua Ultima esposizione come artista è avvenuta al Moscow Museum of Modern Art a giugno del 2015
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?
SOSTIENICI