Mr. Robot un brillante capolavoro che spiazza il suo pubblico

Per leggere questo articolo ti servono: 3 minuti
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
06/09/2015 manuela stacca 1182

È la serie del momento di cui tutti parlano, soprattutto dopo la messa in onda del season finale lo scorso 2 settembre, che ha lasciato tutti senza parole. Mr. Robot, trasmessa da USA Network, in soli dieci episodi ha saputo conquistare sia critica che pubblico, che ora si chiede quando verrà trasmessa la seconda stagione di questo straordinario show.

Nato dalla penna di Sam Esmail e prodotto da Steve Golin (produttore di True Detective), è senza dubbio una delle migliori serie dell’anno. Avvincente, enigmatica, complessa, cruda e arguta. Un thriller psicologico, ricco di azione e suspense, e dai ritmi inediti, capace di introdurre scene in cui la tensione viene portata fino all’estremo; con una colonna sonora che spazia dalla musica classica a quella elettronica; e un linguaggio fortemente tecnico, difficilmente comprensibile per chi non ha dimestichezza se non una più approfondita conoscenza del mondo informatico. Eppure Mr. Robot è diventato subito il fenomeno dell’estate, e il merito non va solo al creatore della serie. Un grande riconoscimento va al protagonista assoluto Elliot, nonché all’attore che ne dà il volto, Rami Malek. Il suo è un personaggio disturbato, dipendente da droghe che si ritrova a combattere i demoni esterni (la Evil Corp) e ancor più quelli interiori. È una via di mezzo tra il Matt Murdock di Daredevil (altra rivelazione dell’anno), tra il Michael Scofield di Prison Break (Elliot progetta anche un evasione) e il Sheldon Cooper di The Big Bang Theory. Di giorno ha un lavoro rispettabile come ingegnere informatico, di notte diventa un hacker-vigilante pronto a tutto per difendere e salvare le persone che ama, anche quando sembra impossibile riuscirci; ha una mente brillante ma è affetto da gravi disturbi mentali. Un vero e proprio antieroe, un essere straordinario ma anche fragile, con le paure e le debolezze di ogni essere umano, e per questo motivo, con il quale lo spettatore non ha avuto alcuna difficoltà ad immedesimarsi. Da sottolineare poi la peculiare scelta della voice over, creando un rapporto diretto con il pubblico che diventa l’amico immaginario di Elliot: il protagonista guarda spesso in macchina (abbattendo dunque la quarta parete), ci rivolge delle domanda, si confida, facendoci sapere insomma tutti i suoi pensieri.

”Forse il fatto che fossimo tutti convinti che Steve Jobs fosse un grand’uomo, nonostante sapessimo che faceva miliardi sfruttando i bambini? O forse il fatto che sembra che tutti i nostri eroi siano dei falsi. Tutto il mondo non è che un grande imbroglio. Ci sommergiamo l’un l’altro di spazzatura, propinandoci cronache incentrate su cazzate, spacciandole per verità e usiamo i social media come surrogato dell’intimità. O forse è il fatto che abbiamo anche votato per avere tutto questo? E non parlo delle elezioni truccate, ma delle cose che abbiamo, delle nostre proprietà, dei nostri soldi. Non sto dicendo nulla di nuovo. Sappiamo bene perché facciamo così. Certo non perché i libri degli “Hunger Games” ci rendono felici… ma perché vogliamo essere anestetizzati. Perché è doloroso non fare finta, perché siamo dei codardi. Si fotta la società”.

Questo è uno dei passaggi chiave del pilot di Mr. Robot che ci dà un quadro preciso del pensiero di Elliot e di come lui veda il mondo. Ciò lo porta ad alienarsi, ad odiare la società in cui vive e ad avere una difficoltà cronica nel rapporto con gli altri, inconsapevoli della realtà e del sistema di cui fanno parte.
L’attore Rami Malek merita poi una menzione particolare, sempre convincente e nel personaggio, con lo sguardo perennemente confuso e allucinato. Funziona molto bene anche il resto del cast, con Christian Slater, il misteriorio e folle Mr. Robot; Carly Chaikin, la sexy hacker, Portia Doubleday, l’amica d’infanzia di Elliot; e Martin Wallström, il vicepresidente senza scrupoli della E Corp.

Il decimo episodio di Mr. Robot è andato in onda solo pochi giorni fa, un finale che ha lasciato più domande che risposte, ma del resto sempre in linea con il target della serie che ha tra i punti di forza gli innumerevoli colpi di scena. Nell’ultimo episodio ce ne sono stati parecchi e ancora una volta lo spettatore si è ritrovato spiazzato, disorientato con tante, troppe domande e congetture in testa. Ma possiamo stare tranquilli, la seconda stagione di Mr. Robot è già stata ufficializzata.

L'AUTORE
Classe 1991. Laureata in Scienze delle Lettere e della Comunicazione, lavora come freelance per diverse testate giornalistiche. Appassionata di cinema, serie tv e moda.

Lascia un commento

SCONTI IN EVIDENZA
12€ di sconto per due notti nel cuore pulsante di Napoli
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 12 €
La borsa a tenuta stagna SeaBeag a soli 89 €
ANCORA POCHI RIMASTI!
50€ sconto per: Royal Crystal o Vetrilamp
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 50 €
35€ di sconto su Kidshop.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 35 €
50€ di sconto presso Hotel Rio di Rimini
ANCORA POCHI RIMASTI!
-50 €
Sorrento Penisula and Positano Tour
ANCORA POCHI RIMASTI!
-35 €
15 € di sconto su Hidrobrico.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
-15 €
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI