30 giorni nei boschi: mappe piene di errori ci costringono allo stop

Per leggere questo articolo ti servono: 1 minuto
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Partiamo presto per Monte Genzana, mantenendoci in quota, andiamo verso Monte Rognone, accompagnati da un aquila spettacolare, talmente grande che quando era sopra le nostre teste, oscurava il sole! Siamo affascinati dal suo volteggiare. Ne vediamo un’altra in lontananza, che in un primo momento ci sembra essere un uomo avvolto da una mantello, ma poi dispiega le ali e prende il volo!

Durante la giornata raccogliamo parecchi funghi, soprattutto vescie e prataioli, e arrivati in cima a Monte Rognone, ci cuciniamo una bella zuppa ristoratrice, rilassandoci davanti al fuoco.

Boschi Funghi

Il giorno seguente raggiungiamo Campo di Giove, dove raccogliamo informazioni per inoltrarci nel Parco della Majella. Parliamo con il Guardia Parco, che ci sconsiglia assolutamente di proseguire: il parco della Majella ha tantissimi strapiombi e terreni molto scoscesi, e i sentieri CAI che ci eravamo studiati, come l’H4, sono inesistenti o come altri interrotti da questi dirupi, o non battuti da molto tempo, quindi impraticabili.

Boschi 2

Le mappe in nostro possesso, di Edizioni Il Lupo con sentieristica CAI, studiate e pianificate per mesi (e costate anche non pocho), riguardanti quel parco, sono sbagliate. Oltre a questo, per un’intera settimana questo parco sarebbe stato ricoperto da nebbie molto fitte e basse, e con la presenza di questi strapiombi sarebbe stato troppo pericoloso muoversi.
Pensiamo di girare intorno ai versanti tenendoci bassi, dovremmo fare km e km su asfalto, per poi arrivare in provincia di Pescara, dove c’è solo altro desolante asfalto!!!
Decidiamo così di tornare a casa da Sulmona, delusi dalle mappe, e dalle condizioni dei sentieri, ma orgogliosi di aver concluso il nostro sogno, con 50 km in meno, in soli 13 giorni!!!
Boschi

 

L'AUTORE
Ciao! Siamo Manuel e Gabriele, di Roma, abbiamo da poco creato un'associazione sportiva chiamata <em><strong>Natura Errante </strong></em> che opera nel campo escursionistico di montagna.   Manuel: spinto da una passione e un istinto innati che gli hanno permesso di apprendere e ampliare le proprie conoscenze per padroneggiare nel miglior modo le tecniche di autosostentamento e adattamento fin da ragazzo.   Gabriele: più giovane, porta in sè da sempre la grinta e l' istinto che con l'incontro di  Manuel, gli hanno dato modo di apprendere in pochi anni una conoscenza tale da  poter controllare e adoperare gran parte delle tecniche che permettono ad un individuo di vivere a pieno il mondo della natura in totale autosostentamento.   Ci impegniamo a sensibilizzare le persone, a vivere la natura usufruendo di ciò che offre nel totale rispetto di essa.   Ci teniamo a sottolineare la sostanziale differenza tra sopravvivere nella natura e voler essere parte di essa, ritenendoci al di fuori della commercializzazione che soprattutto negli ultimi anni è divenuta una moda. https://www.facebook.com/naturaerrante/

Lascia un commento

SCONTI IN EVIDENZA
12€ di sconto per due notti nel cuore pulsante di Napoli
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 12 €
La borsa a tenuta stagna SeaBeag a soli 89 €
ANCORA POCHI RIMASTI!
50€ sconto per: Royal Crystal o Vetrilamp
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 50 €
35€ di sconto su Kidshop.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
- 35 €
50€ di sconto presso Hotel Rio di Rimini
ANCORA POCHI RIMASTI!
-50 €
Sorrento Penisula and Positano Tour
ANCORA POCHI RIMASTI!
-35 €
15 € di sconto su Hidrobrico.it
ANCORA POCHI RIMASTI!
-15 €
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI