L’erba legale e il suo impatto sulla società

Giugno 23, 2020
YOUngTips
Per leggere questo articolo ti servono: 4minuti

Da quando l’erba legale ha iniziato a diffondersi, sono tante le persone che si domandano in che modo la cannabis possa essere consumata. Il riferimento è, ovviamente, alla canapa cosiddetta light, cioè quella con un alto contenuto di CBD e una bassa concentrazione di THC. Se la sigaretta tradizionale da fumare rappresenta il metodo di assunzione più classico, non vanno dimenticare le numerose alternative di carattere alimentare, con la preparazione di biscotti, di cheesecake, di torte e perfino di gelati. È sufficiente un pizzico di fantasia per sbizzarrirsi dietro ai fornelli: in estate si può addirittura pensare di preparare una piacevole granita alla cannabis.

Dove si può consumare l’erba legale

Un discorso a parte va fatto in relazione al luogo in cui la canapa legale può essere consumata. Va detto, a tal proposito, che a livello legislativo non sono state emanate direttive specifiche in merito, il che vuol dire che ci si deve affidare al buon senso delle persone. Per esempio, per strada è molto frequente imbattersi nell’odore del tabacco, al punto che tante persone finiscono per non farci neppure caso. Per quel che riguarda la canapa light, però, si tratta di una vera e propria novità per un gran numero di cittadini. Può succedere, allora, che l’odore di cannabis non venga gradito da una persona anziana o da una famiglia con bambini, e in una situazione del genere non si può fare altro che allontanarsi per non creare disturbo.

Un consumo a base di buon senso

Ecco, quindi, che per il consumo della cannabis legale al di là di ciò che prevedono o non prevedono le norme è sempre importante basarsi sul proprio buon senso e fare riferimento alla propria maturità. Educazione e senso civico sono indispensabili non solo per non disturbare gli altri, ma anche per fare in modo che sempre più persone finiscano per accettare l’uso dell’erba legale come un fatto normale, senza più alcun pregiudizio. Ovviamente, nei locali chiusi – siano essi privati o pubblici – è sempre in vigore la regola relativa al divieto di fumo, a prescindere che si sia abituati a consumare le sigarette con il tabacco o quelle con l’erba legale.

L’erba legale tra i giovani

Tra i più giovani, il consumo di cannabis rappresenta a tutti gli effetti un problema che non può essere trascurato. Ogni anno sono troppi i ragazzi che muoiono per colpa di dosi di droghe chimiche di provenienza ignota e con effetti letali. Diverso è il discorso per la cannabis che si acquista nei negozi online regolamentati o nei punti vendita fisici: in questi casi, infatti, si può essere certi di comprare e di utilizzare un prodotto che è stato certificato e sottoposto a controlli rigorosi. Sembra un aspetto di secondaria importanza, ma è proprio in questo modo che si possono salvare tante vite. Una ricerca anonima che ha coinvolto gli adolescenti ha messo in evidenza che per i consumatori è più semplice andare in un negozio o ordinare la cannabis online piuttosto che acquistarla da uno sconosciuto senza avere certezza.

Un piano di educazione al consumo

Sarebbe auspicabile che da parte delle istituzioni venisse predisposto e adottato un piano di educazione al consumo, destinato sì ai giovani ma anche al resto della società. In effetti anche persone in là con gli anni possono entrare in contatto con la cannabis, magari per la prima volta: per loro risulta essenziale poter disporre di una informazione adeguata per non correre rischi. È altamente consigliabile comprare l’erba legale unicamente presso i punti vendita autorizzati, evitando commercianti poco affidabili.

Una novità recente

L’erba legale si è diffusa nel nostro Paese tutto sommato da poco tempo, ma ha già saputo affermarsi e confermarsi come una preziosa e valida alternativa rispetto alla marijuana tradizionale. Oltre a essere più salutare, la cannabis light non è destinata a spingere le persone ad assumere droghe, ma al contrario finirà per favorire l’effetto opposto. Se la cannabis può essere comprata nei negozi, infatti, è evidente che ciò si traduce in un calo degli affari per gli spacciatori e, a livello più generale, per la criminalità organizzata. Il luogo comune secondo cui l’erba provoca danni al cervello è stato smentito: insomma, non ci sono più pregiudizi.

Dove comprare l’erba legale

Come si è detto, l’erba legale può essere acquistata sia in negozio che su Internet. In questo secondo caso, uno degli e-commerce più affidabili è Weedzard, shop online dedicato al CBD che mette a disposizione un assortimento molto ampio di prodotti, con tipologie differenti di fiori femminili della pianta di cannabis sativa. Tutti i prodotti sono il risultato di coltivazioni naturali, e le infiorescenze sono recise e trattate a mano. È evidente, quindi, l’attenzione nei confronti dei più elevati standard di qualità, a beneficio dei consumatori e delle loro abitudini in fatto di svago.

 

ARTICOLO SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON THEWEEDZARD.COM

L'AUTORE
Una raccolta di "dritte", consigli, occasioni e buone pratiche scovate e selezionate direttamente dalla Redazione.
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?
SOSTIENICI