Come tenere giovane il cervello con l’aiuto del sudoku

Febbraio 24, 2020
YOUngTips
Per leggere questo articolo ti servono: 3minuti

Diverse ricerche scientifiche hanno permesso di capire che alcune persone hanno a disposizione quella che si potrebbe definire come una riserva cognitiva: si tratta, in sostanza, della capacità del cervello di rimediare in modo più efficace ai danni che il trascorrere del tempo provoca nel corso degli anni, in riferimento in particolare all’invecchiamento cerebrale ma anche a eventi acuti come gli ictus o a traumi.

In tali soggetti, in sostanza, le malattie come il morbo di Parkinson o quello di Alzheimer compaiono in misura nettamente inferiore rispetto alla media; tali patologie, inoltre, sembrano non esercitare alcun impatto significativo sullo svolgimento delle tipiche attività della vita di tutti i giorni.

Le origini della resilienza cerebrale

Quella che appare a tutti gli effetti come una forma di resilienza cerebrale può essere originata, secondo le ipotesi più accreditate, dalla presenza di una più elevata quantità di neuroni a livello cerebrale. Il fattore genetico è di fondamentale importanza da questo punto di vista, ma non è la sola spiegazione: anche lo stile di vita conta.

Proprio per questo motivo è importante che fin da quando si è giovani ci si dedichi ad attività che permettano di tenere il cervello allenato. È il caso delle parole crociate, ma anche di altri passatempi come i giochi di logica o il sudoku.

Allenare la propria concentrazione è molto utile se vogliamo ottenere migliori risultati in campo lavorativo e/o personale.

Giocare a sudoku online

Oggi non c’è bisogno di andare in edicola per comprare giochi di sudoku in formato cartaceo: online, infatti, sono disponibili numerose versioni di sudoku che assecondano i gusti più diversi. Un esempio su tutti è quello che proviene da LiveSudoku, che cattura l’attenzione di giocatori di ogni parte del pianeta. Nato nel 2006, il sito è stato tra i primi a permettere di giocare a sudoku su Internet, e propone schemi per tutti i gusti, con livelli di difficoltà più o meno elevati per adattarsi alle esigenze di chiunque.

Per giocare  a sudoku online ci sono diverse strategie che puoi mettere in pratica, ma sul sito puoi trovare diversi trucchi che ti aiuteranno a migliorare le tue abilità.

Ovviamente devi essere un minimo interessato, ma se provi dopo ti appassioni facilmente perché il sudoku è adatto a tutti. Ti basterebbe provare a giocarci una o due volte.

Se hai bisogno di aiuto o di un tutorial può esserti d’aiuto YouTube, cercando un tutorial apposta. Ce ne sono di tutti i tipi e con tutte le lingue, anche in italiano.

Perché fare il sudoku

Nel corso della giornata, sarebbe opportuno riuscire a ritagliarsi qualche minuto di tempo per fare un cruciverba o per cimentarsi nel sudoku: si tratta di un efficace training per il cervello, come è stato fatto notare anche da una ricerca che è stata resa nota di recente attraverso il Journal of Geriatric Psychiatry. Stando ai risultati di questo studio, chi si intrattiene in modo costante con i sudoku, oltre che con i puzzle e con le parole crociate, ha la possibilità di ottenere dei miglioramenti concreti a livello di ragionamento e sotto il profilo dell’attenzione. Ciò è vero a maggior ragione per i soggetti che hanno più di 50 anni e che desiderano amplificare le proprie capacità mnemoniche.

Passatempi utili ed efficaci

Quelli che possono sembrare dei passatempi innocui, dunque, in realtà sono esercizi che non devono essere sottovalutati, armi a cui ricorrere per fare in modo che la materia grigia resti in forma. Già uno studio precedente, per altro, aveva permesso di scoprire che chi si cimenta nei giochi di enigmistica in modo continuo ha un cervello di 10 anni più giovane rispetto a quello che l’età anagrafica suggerirebbe.

Il ruolo tra giochi di logica e malattie

Questa indagine, d’altro canto, smentisce il luogo comune secondo il quale i giochi di logica sono in grado di contrastare la comparsa della demenza senile o lo sviluppo di patologie correlate ad essa. Si tratta di una credenza che, allo stato attuale, è priva di valore scientifico, dal momento che sono numerosi i fattori che contribuiscono ad aggravare il decadimento cognitivo. Ma ciò non vuol dire che le attività che permettono di allenare la mente siano inutili, sia chiaro.

Speriamo che questo articolo ti abbia invogliato a provare il sudoku (online o offline non fa differenza), così da migliorare i tuoi processi logici e riuscire ad affrontare con maggior concentrazione e focus i problemi che ti ritrovi a dover superare.

 

Articolo scritto in collaborazione con LiveSudoku

L'AUTORE
Una raccolta di "dritte", consigli, occasioni e buone pratiche scovate e selezionate direttamente dalla Redazione.
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?
SOSTIENICI