Che cos’è la carta carburante?

Per leggere questo articolo ti servono: 2 minuti
CONDIVIDI
09/09/2019 YOUngTips

PUBBLIREDAZIONALE

Le carte carburante sono sempre più utilizzate in ambito aziendale perché permettono di risparmiare tempo e denaro. Sono, inoltre, di grande aiuto per la detrazione dell’IVA. Ma cosa sono le carte carburante, quali sono le tipologie esistenti e come funzionano? 

Che cos’è la carta carburante?

Una carta carburante è un modo molto conveniente per pagare benzina, diesel e altri combustibili presso le stazioni di servizio che viene utilizzato dalle aziende per i propri dipendenti oppure dai liberi professionisti. La carta carburante aziendale non è solo un metodo di pagamento comodo e veloce, ma permette anche di avere un resoconto completo sul consumo del carburante e di fissare un tetto massimo per l’acquisto.

Quali tipi di carte carburante ci sono e come funzionano?

Ci sono tre categorie di carte carburante fra le quali puoi scegliere: carte monomarca, carte multimarca e Soldo Drive, ovvero una carta universale.

  • La carta carburante universale

La carta carburante universale, Soldo Drive, è una prepagata con la quale puoi rifornire il tuo veicolo a qualunque distributore che accetti pagamenti attraverso il circuito MasterCard. La carta carburante universale non offre premi o sconti come le carte carburanti monomarca, ma ti permette di poterti rifornire in qualsiasi distributori. Inoltre, ti fa risparmiare perché ti consente di scegliere il distributore meno caro e offre la massima libertà nel decidere in quale distributore sostare.

  • La carta carburante monomarca

La carta carburante monomarca è una carta prepagata offerta da una compagnia petrolifera, per esempio Api o Esso. Può essere, dunque, utilizzata solo per i distributori della marca che hai scelto. Con le carte monomarca puoi ricevere offerte speciali, sconti ed anche raccogliere punti per poter vincere dei premi dal catalogo. C’è, però, un grosso svantaggio: puoi usarle solo in un numero limitato di distributori e per questo motivo sono limitanti. Puoi rischiare, dunque, di rimanere senza benzina se non stai attento, perché devi sempre accertarti che sul tuo percorso ci sia un distributore convenzionato.

  • La carta carburante multimarca

La carta carburante multimarca ti permette di rifornire il tuo veicolo in tutti i distributori convenzionati, che sono di più rispetto alle carte monomarca ma meno di quelli a cui hai accesso con la carta universale. Esempi di carte carburante multimarca sono DKV e UTA.

Detrarre l’IVA sul carburante con la scheda carburante

Per usufruire della detrazione dell’IVA bisogna compilare il modulo scheda carburante, diviso in diverse sezioni. Nella parte superiore della scheda si inseriscono i dati identificativi dell’azienda o del professionista. I dati da indicare obbligatoriamente sono:

  • il numero di partita IVA;
  • il nome e cognome (nel caso di professionisti) oppure la ragione sociale (per le aziende);
  • il codice fiscale;
  • il domicilio fiscale.

Successivamente, sempre nella parte alta del documento, bisogna mettere i dati sul veicolo: il modello, la marca, il numero di targa e di telaio, il periodo di rifornimento e il numero di km iniziali e finali relativi a quel determinato periodo di tempo. Nella parte centrale, che è il “cuore” del documento, si mettono, invece, le informazioni sui singoli rifornimenti. Essa appare come una griglia suddivisa in varie colonne dove bisogna indicare: la quantità e il valore del carburante acquistato, la data del rifornimento e il timbro e la firma della stazione di rifornimento.

Ricordiamo, inoltre, che la registrazione per essere valida deve contenere: il periodo di riferimento della scheda carburante, l’importo dell’imponibile e dell’imposta ed il numero identificativo. L’Iva può essere detratta al 100% se la vettura è un autocarro pari o maggiore ai 35 quintali ed è utilizzato da agenti o rappresentanti, invece è pari al 40% se il veicolo è usato maggiormente da un dipendente.

L'AUTORE
Una raccolta di "dritte", consigli, occasioni e buone pratiche scovate e selezionate direttamente dalla Redazione.

Lascia un commento

PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI