Dallas, dimentica figlia di 6 mesi al sole e tenta di rianimarla mettendola in frigorifero

Giugno 28, 2016
Team Young
Per leggere questo articolo ti servono: 1minuto

Un 33 enne di Dallas, Michael Thedford, insegnante di scuola superiore è stato accusato di omicidio colposo per aver dimenticato la figliola di soli 6 mesi in auto, mentre la temperatura esterna raggiungeva i 32°. Appena se ne è accorto (qualche ora dopo) è corso a prendere la bambina che però non dava segni di vita. Per rianimarla il padre ha pensato di metterla in frigorifero e l’ha lasciata nell’elettrodomestico per un tempo non ancora stimato.

Forse è stato lo shock ad aver spinto questo giovane padre ad un gesto simile. Probabilmente la confusione mentale nell’aver visto la piccola di 6 mesi non dare segni di vita quando lui, Michael Thedford, dopo aver accompagnato i due figlioletti di 3 e 5 anni a scuola, è tornato nella sua casa di Dallas verso le 9 del mattino e si è addormentato, lasciando la sua piccola in auto, sotto al sole cocente. Una dimenticanza che, ovviamente, è costata la vita della bambina. Confuso l’ha poi messa in frigorifero sperando che rinvenisse: un pensiero estremo e illogico, dovuto probabilmente alla confusione mentale del momento. Solo dopo ha deciso di chiamare i soccorsi, quando era ormai troppo tardi. Gli inquirenti hanno trovato la bambina in cucina, il padre l’aveva estratta dal frigorifero e aveva compreso che ormai non c’erano più speranze. Non ha saputo riferire quanto tempo la piccola fosse rimasta in frigorifero. E’ attualmente indagato per omicidio colposo.

L'AUTORE
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?
SOSTIENICI