Tutti i consigli su come diventare pilota di linea

Marzo 23, 2020
YOUngTips
Per leggere questo articolo ti servono: 3minuti

PUBBLIREDAZIONALE

 

È tra i sogni ancestrali per eccellenza, di quelli che hanno la stessa potenza evocativa sia per i più piccoli che per i più grandi. Ricco di tutte quelle suggestioni che affascinano, di dare spazio alle fantasie più accese. E poi, tornando con i piedi per terra, il richiamo al viaggio e alla libertà appare inevitabile.

Stiamo parlando di volare. E forse, alla base di chi sceglie di farne un mestiere c’è proprio tutto questo, insieme ad una passione che impara a maturare nel tempo, trasformandosi in una professione che cela grandi opportunità.

Pilota di linea: non un mestiere come un altro

Se è vero che, se si parla di mondo del lavoro si pensa nell’immediato allo stipendio di un pilota d’aereo (che si aggira intorno ai 2/3mila euro al mese, per poi aumentare già nel secondo anno), è ugualmente vero che la passione che di solito spinge in questa direzione rende la scelta professionale vincente. Insomma, un vero e proprio sogno per tanti giovani.

Sappiamo bene però che, a supporto di una passione, deve esserci comunque un’adeguata formazione, tanto più necessaria se si pensa al fatto che chi guida un aereo lega strettamente il proprio operato anche all’incolumità dei propri passeggeri. A tal proposito, cosa bisogna fare per diventare piloti di linea? Scopriamolo insieme, grazie all’aiuto di Andrea Fraizzoli, CEO di Asteraviation Flight Academy, una delle più accreditate accademie di volo d’Italia con doppia sede a Verona, all’aeroporto di Villafranca e all’aeroporto Boscomantico. L’accademia spicca soprattutto grazie ad un’offerta formativa che si avvale non solo di corsi di volo, ma anche di corsi per aziende che utilizzano concetti propri del settore aeronautico, come il CRM.

Requisiti e consigli per diventare pilota di linea

Il requisito fondamentale per diventare pilota di linea è, come sottolineato da Fraizzoli, “una forte motivazione che faccia da supporto alla passione, il primo grande elemento imprescindibile. Questo però non basta: occorre essere persone prudenti, metodiche e capaci di stare positivamente con gli altri”. 

Richiesta inoltre l’idoneità psico-fisica, che viene rilasciata previa visita medica presso i centri di medicina legale dell’Aeronautica Militare presenti a Milano e Roma, nel caso di coloro che vogliono diventare piloti professionisti). La visita medica prende in considerazione 4 diversi parametri, e nello specifico: mentali, visivi e di percezione dei colori, uditivi e somatici. I candidati devono inoltre superare un test d’ingresso atto a saggiare la buona conoscenza di matematica e fisica. È inoltre indispensabile superare l’esame d’inglese TEA, (Test English Aviation) con almeno un punteggio di 4 su 6.

Tutti gli iter didattici formulati da Asteraviation – dichiara Fraizzoli – sono studiati per garantire il miglior addestramento possibile. La formazione teorica dei futuri piloti si svolge attraverso l’ausilio di docenti professionisti e strumenti didattici innovativi”.

Per diventare piloti professionisti, è strettamente consigliata la frequentazione di un corso modulare per diventare piloti di linea, della durata di circa due anni, che ha come finalità il raggiungimento dei requisiti per presentarsi alle selezioni delle maggior parte delle compagnie aeree. “Questa tipologia di programma modulare– aggiunge Fraizzoli – dà la possibilità di costruire un percorso didattico sicuro e vincente, poiché si adatta alle necessità ed alle caratteristiche di ogni singolo allievo. L’iter didattico formulato ad hoc su ogni allievo garantisce, infatti, una progressiva e corretta acquisizione di tutte le competenze e abilità indispensabili per diventare un pilota professionista. Durante questo periodo, la presenza costante dei responsabili d’accademia rende il percorso formativo fluido ed estremamente efficace”.

Volare è sempre stato il sogno di tutti, ma trasformarlo nel proprio lavoro è un sogno ancora più grande, un sogno che si può realizzare con determinazione e costanza.

L'AUTORE
Una raccolta di "dritte", consigli, occasioni e buone pratiche scovate e selezionate direttamente dalla Redazione.
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?
SOSTIENICI