La Geena a lavoro #10 Se volete cambiare Blog io vi capisco!

Per leggere questo articolo ti servono: 5 minuti
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
14/10/2014 Redazione YOUng

Sono andata a casa della mia amica Alessandra per prendere delle creme biologiche che lei ha ordinato per me sul sito Fitocose (da me anche chiamato FitoWow) e abbiamo avuto l’occasione per chiacchierare un pò.
Alessandra ha lavorato come sarta al Teatro della Visitazione e ora, dato che i consumi sono diminuiti (con l’eccezione del settore smartphone) nessuno va più a teatro quindi Alessandra, come me, cerca un lavoro.
Dalla sua Ale ha che abita con sua mamma e quindi non credo che il 9 del mese prossimo abbia la stessa scadenza che ho io :/
Di contro Ale è ancora più grande di me e negli ultimi dieci anni ha fatto la sarta. In teatro. Lei lo precisa perchè dice che le sue abilità sono diverse nonché inferiori rispetto a quelle di una normale sarta. E poi, lavoro come sarta pare non se ne trovi in questo parallelo, quindi non può più fare l’unica cosa che sa fare e ha bisogno di consigli e di essere motivata.
Ale è una patita dei blog di crescita personale che vanno di moda ultimamente. Il suo preferito in assoluto è “Efficacemente” di un tipo che lei chiama per nome (e cioè Andrea). Ho provato a leggere alcuni dei suoi consigli quando cercavo di studiare cose che non mi piacevano ma quel blog mi ha messo di cattivo umore. Perchè, leggendo cose che già so, mi ha ricordato quanto sia intelligente e allo stesso tempo quanto non mi applichi. La storia della mia vita, in pratica.

Ieri però la mia amica ha tirato fuori un altro blog di un certo Stefano Mini che si chiama MindCheats. Ho letto un articolo in cui il suddetto Mini finge di essere un’azienda che cerca uno spremitore di limoni e piazza questo suo bizzarro annuncio sulla maggior parte dei portali per cercare lavoro. Ne viene fuori una classifica dei più affidabili. E soprattutto vengono fuori nomi di siti che non avevo mai udito e che potrebbero essere quindi affidabili!!! Che gioia!!! Potrei non essere adescata come su Bakeca.it (relegato infatti all’ultimo posto della classifica di Mr. Mini, mi chiedo se sia davvero il suo cognome!). Questo l’articolo:

http://curriculum.mindcheats.net/siti-ricerca-lavoro/

Curiosando sul blog di Stefano ho trovato anche consigli su come compilare un CV sensazionale senza che sia per forza un Europass (che, diciamoci la verità, ha una grafica ancor meno invitante di un modello irpef) per trovare un lavoro da 40.000€ l’anno e tanti altri trucchetti che ci fanno capire chi siamo da dove veniamo e dove andiamo tanto che di primo acchito ho pensato di essere una completa buona a nulla, una bambocciona, una perdigiorno, una cacca molle di quelle che si spiaccicano tra i vari interstizi della gomma sotto le scarpe che puoi togliere solo col cacciavite e volevo dirvi di leggere il suo di blog e non il mio che tanto io sono buona solo a giocare a Burraconline (e ultimamente neanche tanto).

Poi, riflettendoci durante l’ora di aerobica, ho pensato che tutti questi training autogeni online per il successo mi spaventano alquanto e alimentano quella mentalità utilitaristica e materialista che ha sostanzialmente causato il collasso del sistema economico mondiale.
Io mi rifiuto di alzarmi la mattina e guardare al tempo come denaro, ai rapporti umani come contatti che potrebbero tornare utili e mai e poi mai misurerò il mio grado di soddisfazione col numero di zeri che ha il mio conto in banca.
Io sono una romanticona. E sono su questo pianeta per cercare la mia strada. Non per raggiungere obiettivi e vivere di clichè che non sono i miei.
Che io sia dannata se qualcuno parlerà di me come una che “ha trovato un buon lavoro, ha fatto un buon matrimonio e ha comprato una casa perchè era un buon affare”.
Mi rifiuto di pensare che tutto il fine ultimo della mia esistenza sia quello di fare soldi così come mi rifiuto di pensare che lo spirito di sacrificio inculcatoci dalla morale cattolica sia cosa buona e giusta. La verità è sicuramente nel mezzo, e io voglio fare quello che mi piace e che mi fa stare bene.
Cercando di pagare l’affitto, le bollette e avendo sempre capelli e scarpe favolosi!

Detto questo i progressi lavorativi negli ultimi giorni sono stati scarni e sparuti:
– nel locale in cui facevo la bavarese hanno finito tutta la Tucher Fest Bier e anche gli annessi boccali prima del previsto e non ci hanno fatto lavorare tutti i giorni che avevamo pattuito: non ci potevano semplicemente dare un bonus per essere state troppo brave?!
– il lavoro come informatrice commerciale di sigarette non prevedeva turni per la sottoscritta nel mese di Ottobre, quindi mi sono offerta volontaria per lavorare in Autogrill per quattro mattine alla fine del mese che in totale fanno solo 12 ore ma sono ben quattro andate e quattro ritorni con la macchina di non so ancora chi. E non avrò lo “stipendio” né il rimborso spese fino al 20 di Novembre; quindi altri soldi che se ne vanno…
– non ho ancora trovato delle scarpe décolleté comode, basse e non oscene. Oops! Questo non c’entrava con i progressi lavorativi!
– ho chiesto a Luca, l’ex di una mia amica, se conosce qualcuno a cui possa servire una ragazza per lavorare in qualsiasi locale finanche discoteca e mi ha risposto come se le corna gliele avessi messe io; per una volta che chiedo un favore..
– sono andata ad un’intervista di mercato del marchio Davidoff al Maxxi. Questa è gente seria: aperitivo, stecca di sigarette (non le mie preferite ma va benissimo comunque) e un buono benzina da 20€: GRAZIE DAVIDOFF!
– ho fatto un colloquio per fare la segretaria per un centro estetico dall’altra parte di Roma: le faremo sapere!
– l’altra Laura che mi aveva reclutata per fare dei casting credo sia più matta della prima Laura che voleva farmi pagare il book;
– temo di avere trovato un ingaggio per il giorno 18 Ottobre dalle ore 18 alle ore 22 come hostess davanti a una profumeria in Via Val d’Ossola, a Roma, per un compenso netto di 24€. Non scherzo. 24€ per sei ore. Molto meno della mia donna delle pulizie (un periodo in cui ero ricca ce l’avevo). Ah, pagati entro il 15 Gennaio 2015. E la cosa peggiore è che mi sa che sono costretta ad accettare!!!!
Roba da matti!

Rileggendo l’ultimo paragrafo che ho scritto sapete che c’è? Che forse una seconda possibilità a questo MindCheats gliela do…! O:)

 

L'AUTORE
La redazione di YOUng
PARTNER
SOSTIENI IL PROGETTO!
Sostienici
Quanto vale per te l’informazione indipendente e di qualità?

Ti bastano appena 5 euro per sostenerci ed avere in cambio 12 euro di sconti sul nostro store!

SOSTIENICI
Vai alla barra degli strumenti