Bambini nel Sud del Mondo: ActionAid e l’adozione a distanza

Pubblicato il 20 April 2018 da YOUngTips | Per leggere questo articolo ti servono: 3 minuti | 6
  • 56
  •  
  • 18
  • 10
  •  
  •  
    84
    Shares

Essere bambini può sembrare meraviglioso.
Non si hanno pensieri, si è coccolati, amati, nutriti dai propri cari, si trascorrono ore a giocare. Eppure per i bambini nel Sud del Mondo la vita non è così semplice come per la maggior parte dei bambini. In questi Paesi sono tanti i diritti che quotidianamente vengono negati ai più piccoli, come il cibo, la salute e l’istruzione.

ActionAid ha creato il dossier Bambini nel Sud del Mondo che racconta, attraverso dati e immagini, di quei diritti negati ai bambini da una situazione di sottosviluppo e di come, nonostante le condizioni attuali, sia possibile nel proprio piccolo aiutarli attraverso l’adozione a distanza.

Insieme al cibo e alla salute, l’istruzione è uno dei diritti che maggiormente negati ai bambini e soprattutto alle bambine. Le cause sono diverse: dall’assenza delle struttura scolastiche alla loro distanza dal villaggio, dallo sfruttamento dei bambini nel lavoro minorile ai costi delle scuole. Può sembrare un diritto minore questo dell’istruzione eppure un bambino analfabeta sarà un adulto sottomesso, perché non avrà la conoscenza per chiedere che i propri diritti siano rispettati.

Nel Mondo sono circa 120 milioni i bambini analfabeti la cui età è compresa tra i 5 e i 15 anni. Circa la metà di loro sono analfabeti perché gli è negato  il diritto all’istruzione. Ed anche se il diritto all’istruzione è sancito dalla Convenzione Internazione dei diritti dell’infanzia, questo non basta a garantire il diritto.

ActionAid per garantire la salvaguardia del diritto all’infanzia e all’istruzione porta avanti centinaia di progetti in tutto il mondo. Ad esempio mediante l’uso di attività educative come la danza e lo sport, ha allontanato numerosi bambini dalla strada nelle favelas in Brasile.

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti.

Nel nostro piccolo possiamo fare tanto per aiutare i bambini nel Sud del Mondo. Bisogna non restare più fermi a guardare, ma diventare parte attiva del futuro dei bambini sostenendoli attraverso l’adozione a distanza. Così facendo si potrà regalare un futuro migliore ad ognuno di loro e consentirgli di giocare, andare a scuola e consumare i pasti necessari per la sopravvivenza.


  • 56
  •  
  • 18
  • 10
  •  
  •  
    84
    Shares
Una raccolta di "dritte", consigli, occasioni e buone pratiche scovate e selezionate direttamente dalla Redazione.
0
ALTRO DALL'AUTORE



Lascia un commento